Ciak Alice Giovani 2019: le opere prime in lizza

, Fatti di cinema

Il Ciak Alice Giovani è un premio deputato a mettere in luce i film che parlano dei giovani, delle loro difficoltà e dei loro sogni. L’universo giovanile non sempre è raccontato in maniera attenta e profonda, ma quando ciò avviene il risultato parla da sé, così come la selezione dei 12 titoli in lizza per questo speciale riconoscimento. Tra questi, spiccano diverse opere prime, molte delle quali si sono già fatte notare in ambito festivaliero e non solo, come La terra dell’abbastanza dei fratelli D’Innocenzo, Un giorno all’improvviso di Ciro D’Emilio e Manuel di Dario Albertini, oppure Zen su ghiaccio sottile di Margherita Ferri e Bangla di Phaim Bhuiyam.

Ecco, di seguito, il comunicato con cui Ciak ha presentato questa nuova edizione del premio con i film in concorso, le istruzioni per votare e le relative scadenze:

Torna per il settimo anno il  Ciak Alice Giovani, il Ciak d’Oro speciale nato dalla collaborazione del mensile CIAK con ALICE NELLA CITTÀsezione indipendente e autonoma della Festa del Cinema di Roma, che premia i film che si rivolgono ai ragazzi e raccontano il loro mondo.

Il Ciak Alice Giovani non è solo un premio, ma è diventato negli anni un vero e proprio percorso didattico, che si inserisce di diritto nelle attività educational che Alice mette in campo con i ragazzi e gli studenti durante il corso dell’anno, proponendo loro occasioni di approfondimento, visione e confronto.

I 12 film italiani selezionati, scelti da Alice assieme alla redazione di Ciak, tra quelli usciti o in uscita tra il 1 maggio 2018 e il 30 aprile 2019, parteciperanno al progetto educational e saranno inseriti come percorso aggiuntivo con schede e materiali didattici e di approfondimento, realizzati dai critici della rivista, nella library della piattaforma web dedicata alle scuole.

Nei film selezionati quest’anno scopriamo richiami a ribellioni (Manuel, Fiore gemello, La paranza dei bambini) e ricerche di autenticità (Zen sul ghiaccio sottile); collegamenti ai misteri insoluti del fiabesco (I racconti dell’orso), tra culture e tipologie sociali (La terra dell’abbastanza, Bangla); sintonie e appelli a momenti storici (Sembra mio figlio, La strada dei Samouni, 1938 – Diversi). Ci parlano di un oggi molto nostro (Un giorno all’improvviso, Ti presento Sofia), italiano, europeo e globale. Nel contesto dei Ciak d’Oro, la selezione pensata per i giovani funziona come un reagente. Una grande speranza, che mette al centro una sola convinzione: come ricordava Jean-Luc Godard, «solo il cinema non è tutto il cinema».

COME SI VOTA:

I film in lizza saranno votati sia dalle scuole che, come di consueto, dai lettori di Ciak e dal pubblico di Alice nella Città: per votare uno tra i titoli selezionati, si potrà inviare una mail all’indirizzo ciakdoro@ciakmagazine.eu entro il 21 maggio 2019 indicando nome, cognome, telefono ed, eventualmente, l’istituto scolastico di appartenenza. Il film vincitore riceverà la targa nel corso della cerimonia di premiazione del Ciak D’Oro.

Di seguito la selezione Ciak Alice Giovani 2019:

  1. La strada dei Samouni di Stefano Savona, Italia, 128′ (Cineteca di Bologna)
  2. Ti presento Sofia di Guido Chiesa, Italia, 98′ (Medusa Film)
  3. Un giorno all’improvviso di Ciro D’Emilio, Italia, 88′ (No.Mad Entertainment)
  4. I racconti dell’orso di Samuele Sestieri, Olmo Amato, con Olmo Amato e Samuele Sestieri, Italia, 67′ (MFN in collaborazione con Vivo Film)
  5. Fiore gemello di Laura Luchetti, Italia, 95′ (Fandango)
  6. Bangla di Phaim Bhuiyan, Italia, 84′ (Fandango)
  7. 1938 – Diversi di Giorgio Treves, Italia, 62′ (Mariposa Cinematografica)
  8. Zen sul ghiaccio sottile di Margherita Ferri, Italia, 87′ (Cinecittà Luce)
  9. La paranza dei bambini di Claudio Giovannesi, Italia, 105′ (Vision Distribution)
  10. Sembra mio figlio di Costanza Quatriglio, Italia-Belgio-Croazia-Iran, 103′ (Ascent Film)
  11. La terra dell’abbastanza di Damiano D’Innocenzo e Fabio D’Innocenzo, Italia, 96′ (Adler Entertainment)
  12. Manuel di Dario Albertini  Italia, 98′ (Tucker Film)

di Giulia Losi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.