CADO DALLE NUBI di Gennaro Nunziante (2009)

, Opere Prime

Il simpatico pugliese Checco Zalone ha un sogno nella vita: fare il cantante. Sin da quando era giovane, ha nutrito questa passione e ancora all’età di trent’anni è fortemente deciso a portarla avanti. Nel suo paese, però, nessuno crede nel suo talento, tantomeno la fidanzata Angela (Ivana Lotito), alla quale Checco aveva dedicato tutti i suoi brani.

Insoddisfatta della relazione senza evoluzione e stufa dei continui fallimenti del suo uomo, Angela decide di lasciarlo e lui, dopo l’ennesima delusione, perde ogni punto di riferimento. L’unica possibilità di svolta gli appare, quindi, lasciare il proprio paese per andare a cercare fortuna altrove.

Così Checco parte dalla piccola Polignano a Mare per trasferirsi a Milano, dove viene ospitato dal cugino omosessuale Alfredo, che convive da dieci anni con il compagno Manolo, coppia interpretata rispettivamente da Dino Abbrescia e Fabio Troiano. Catapultato improvvisamente al Nord, Checco cade dalle nubi nello scoprire una realtà così diversa dalla sua: vita frenetica e competitiva, persone difficilmente disponibili e poco aperte.

L’unico spiraglio di sole è Marika, una giovane studentessa che incontra casualmente in un negozio di musica e della quale si innamora. La strada per diventare cantante si rivela ancora più tortuosa nella nuova città: Checco cerca di far conoscere la sua musica a Milano e partecipa a un talent show, incontrando inizialmente umiliazioni e fallimenti.

Quando ormai sembra aver perso ogni speranza ed è pronto a ritornare da dove era venuto, ecco che il suo sogno si avvera… e anche l’amore finalmente arriva. L’originalità di Cado dalle nubi, opera prima di Gennaro Nunziante, consiste nella sua semplicità, che la rende spiritosa e divertente. Il protagonista, buffo e ingenuo, fortemente ostinato nel portare avanti il suo sogno non può che piacere al pubblico di tutte le età.

A suscitare ancor di più il sorriso contribuiscono le divertenti musiche composte appositamente per il film da Checco, nome d’arte di Luca Medici. La pellicola, uscita nelle sale cinematografiche nel 2009, nel giro di pochi mesi, ha ottenuto un clamoroso successo, confermato dagli incassi.

di Elisabetta Moiraghi