Riccardo Casamonti – Biografia

, Biografie

Dopo aver frequentato a Prato il Laboratorio Cinematografico di Giuseppe Ferlito (che lo ha portato alla realizzazione del mediometraggio Capelli tratto da una novella di Guy De Maupassant) e il Laboratorio Teatrale del Teatro di Piazza e d’ Occasione, alla fine degli anni novanta si  trasferisce nel Chianti, dove inizia un percorso di ricerca molto particolare, con il desiderio di riscoprire e dare nuova linfa a quella tradizione antichissima della civiltà contadina che era la “veglia” : ossia la capacità di ritrovarsi insieme per raccontare storie. In questa prospettiva ha realizzato una serie di cortometraggi (Il Guscio di Pegaso (1997); Tutto come prima (1998); Le nozze di Angela (2004); Lungo la strada (2007); Il Senso dell’Ovest (2009); Frequenza Icaro (2010)), che hanno tutti come tratto distintivo la scelta radicale di utilizzare solo attori non professionisti per l’interpretazione dei personaggi e la scelta di mettere sempre in primo piano il “territorio” nella costruzione della regia cinematografica (territorio inteso come sintesi di paesaggi umani, naturali e culturali). Alla fine di questo percorso, è arrivato “Il Seme ed il Mare” nel 2013, il suo primo lungometraggio, che ha visto coinvolto un intero paese nella grande avventura di raccontare una storia.

 

 

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.