Gian Paolo Cugno – Biografia

, Biografie

Gian Paolo Cugno nasce a Pachino, in Sicilia, nel 1968. Finiti gli studi superiori, si trasferisce a Roma dove, prima di passare al lavoro dietro alla macchina da presa, ha un lungo apprendistato come assistente alla regia e assistente al montaggio in vari film, collaborando anche alla realizzazione di alcune sceneggiature. In questo periodo di formazione realizza vari documentari e cortometraggi, partecipando a festival in Italia e all’estero. Nel 2001 dà vita alla prima edizione del Festival del Cinema di Frontiera in Sicilia, giunto oggi alla quindicesima edizione, e diventa anche membro esperto della Commissione Censura del MiBAC, dove difenderà la libertà d’espressione dei colleghi. Nel 2003 realizza il cortometraggio Il Volto di Mia Madre, che viene presentato alla Cinematequé Française e successivamente al Festival di Taormina. Del 2006 è invece la sua opera prima Salvatore – Questa è la vita, opera della quale scrive anche la sceneggiatura. La pellicola, che vanta nel cast gli attori Giancarlo Giannini, Enrico Lo verso e Galatea Ranzi, viene presentata al Festival del Cinema di Roma, dove vince la Farfalla d’oro Agis. Il regista si aggiudica anche il Globo d’oro come regista rivelazione e il Biglietto d’oro per l’incasso nelle sale italiane. Nel 2008 scrive e dirige La Bella Società, suo secondo film, prodotto e distribuito da MEDUSA FILM – MEDIASET, con un cast d’eccezione che vanta Raoul Bova, Giancarlo Giannini, Maria Grazia Cucinotta, David Coco, Marco Bocci, Enrico Lo Verso, Franco Interlenghi, Antonella Lualdi e Anna Safroncik. Entrambi i film vengono trasmessi in prima serata su Canale 5, ottenendo ascolti record per il cinema italiano con 4 milioni di spettatori. Nel 2016 esce il suo terzo lungometraggio: I Cantastorie

Lascia un commento