Al via il Pitch in the Day 2017. Autori e Produttori di nuovo in connessione!

Dopo il folgorante successo riscosso lo scorso settembre, torna il Pitch in the Day: il primo speed-date in salsa cinematografica. Un’occasione unica e irripetibile per tutti gli autori emergenti bramosi di potersi finalmente rapportare con le migliori realtà produttive italiane: da Rai Cinema (Smetto quando voglio, Veloce come il vento), passando per Indiana Production Company (Il capitale umano, Nessuno si salva da solo), Cinemaundici (Anime nere, Assolo, La bellezza del somaro), Paco Cinematografica (La migliore offerta, La corrispondenza, Basilicata coast to coast), ad arrivare a Gianluca Arcopinto (La mia classe, L’amministratore) e molte altre. L’iniziativa trae ispirazione dall’elevator pitch, tecnica particolarmente in voga nel mondo del marketing, che prevede un dialogo finalizzato ad una presentazione professionale. Possiamo idealmente ricondurlo ad un discorso che un comune imprenditore farebbe ad un investitore, nel caso in cui si trovasse a tu per tu con questi in un ascensore. In questo caso, l’imprenditore dovrà essere il più accattivante e sintetico possibile per potersi accaparrare l’interesse del suo interlocutore. Il tutto chiaramente nell’arco di tempo medio imposto dalla corsa in ascensore (5 minuti). Ecco, quindi, che a figurare al posto delle due personalità sopracitate troviamo l’autore, se non soggettista e regista, da un lato e il produttore dall’altro. Un processo oltremodo innovativo che ha letteralmente accorciato la tanto discussa distanza tra creativi e produttori, tra artigiani e industriali. «Poter presentare un’idea direttamente alle produzioni è una scelta vincente. Il Pitch può liberare grandi energie», ha affermato Lorenzo Lodovichi, il vincitore della scorsa edizione. Promossa dal nostro magazine, sensibilmente radicato nel mondo delle giovani promesse dell’audiovisivo, e organizzato dall’associazione culturale Road to Pictures Film, in collaborazione con Ucca (Unione Circoli Cinematografici Arci) e con Image Hunters, l’iniziativa si rivolge a tutti coloro che vogliano misurare le proprio idee e sé stessi con chi il cinema lo fa. Il concorso si articola in più fasi: si parte con l’invio dei soggetti cinematografici che, successivamente, verranno selezionati da un’apposita giuria. Le idee scelte prenderanno, poi, parte alla giornata del Pitch e si contenderanno, inoltre, l’agognato Premio al Miglior Soggetto Finalista, la cui consegna avrà luogo durante la serata conclusiva del Roma Creative Contest 2017, rinomata kermesse capitolina dedicata al mondo dei cortometraggi. Ad ogni autore è concesso di inviare un massimo di tre soggetti originali e inediti, che non abbiano mai preso parte ad altri concorsi di scrittura cinematografica. Nel caso in cui un progetto veda la presenza di più autori, è necessario che la maggioranza di questi non abbia già realizzato opere di lungometraggio (superiori ai 75 minuti) di qualunque genere. In ogni caso, il regista del progetto non dovrà aver realizzato opere di lungometraggio di qualunque genere. La quota di partecipazione per ogni singolo progetto varierà sulla base delle diverse deadline stabilite nel bando. L’autore, o gli autori, vincitori del premio riceveranno un compenso pari a 1000 euro per contribuire allo sviluppo della sceneggiatura. Per ulteriori informazioni vi invitiamo caldamente a consultare nei dettagli bando e regolamento, disponibili sul nostro sito, alla voce “Pitch in the Day”.

di Francesco Milo Cordeschi

Lascia un commento