Magna Graecia Film Festival 2016: i vincitori

Il Magna Graecia Film Festival, giunto alla XIII edizione, che si è svolta dal 23 al 31 luglio 2016 a Catanzaro, ha visto trionfare Francesco Ghiaccio con Un posto sicuro, opera prima che affronta il delicato tema delle conseguenze fisiche e psicologiche, materiali e immateriali, che l’esposizione continuativa all’amianto ha provocato alle sue inconsapevoli vittime e ai loro cari. Sono saliti sul palco a ritirare il premio, insieme al regista, anche i due attori protagonisti Matilde Gioli e Marco d’Amore. A quest’ultimo è andato anche il riconoscimento come Miglior Attore, ex aequo con Giorgio Colangeli, straordinario nel ruolo del padre vittima dell’Eternit. Il premio alla Miglior Attrice è stato assegnato a Linda Caridi per Antonia di Ferdinando Cito Filomarino, interessante esordio prodotto da Luca Guadagnino e incentrato sulla figura della poetessa milanese Antonia Pozzi, morta suicida all’età di 26 anni. Davide Simon Mazzoli ha ricevuto, invece, il premio alla Miglior Regia per On Air – Storia di un successo. Nel corso della serata, è stato consegnato anche un premio dedicato alla memoria dell’attrice Monica Scattini, che è andato a Ilenia Pastorelli per la sua interpretazione della fragile Alessia in Lo chiamavano Jeeg Robot di Gabriele Mainetti. La Colonna d’Oro per la Produzione, infine, è stata assegnata a Manuela Cacciamani e alla sua Onemore Pictures, giovane realtà produttiva che quest’anno ha festeggiato dieci anni di attività, durante i quali ha manifestato non poco interesse per la realizzazione e promozione di opere prime.

di Camilla Di Spirito

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.