Tre Opere Prime in sala a Luglio

, Fatti di cinema

A battezzare la tenitura di luglio è Press-storie di falsa verità (anno di produzione 2015), commedia dai ritmi briosi che contempla una scuderia di attori semi-sconosciuti. Sostenuto dal MiBACT a con 200.000 euro di contributi, oltre che da FIP (Film Investimenti Piemonte) e da Film Commission Torino Piemonte, il duo Paolo Bertino – Alessandro Isetta (entrambi accomunati da esperienze di montaggio e scrittura) debutta, in collaborazione con Rai Cinema, con una storia di “fiction chronicle”: protagonista è, infatti, un giovane cronista rampante il quale, intimorito dagli imminenti tagli al personale, si ridurrà a inventare dei servizi pur di scalare la piramide; quando però la situazione comincia a sfuggire di mano, le ripercussione non tardano a farsi sentire. Il 7 luglio sarà invece il turno di Solo per il week end (2015) di Gianfranco Gaioni, forte di un passato da VFX designer sui set di Verdone, Salvatores, Monicelli, Avati e Guido Chiesa, che si vede qui impegnato non solo nei panni di regista, ma anche di produttore e montatore, oltre ad aver chiaramente curato soggetto e sceneggiatura. Il film vede tra gli interpreti Alessandro Roja, Stefano Fresi e Walter Leonardi, noto prevalentemente per le sue performance istrioniche nella serie “Il Terzo Segreto di Satira”, che ha riscosso notevole successo in televisione (si veda lo spazio serbatogli da “Piazza Pulita” su La7) e in rete. Dai tempi pulp e incalzanti, la trama presenta buone aspettative: una Milano che, sulla scia di Las Vegas, si fa palcoscenico di bische, sesso e valigette dal contenuto misterioso. A chiudere il tutto un’altra accoppiata: Tonino Abballe e il DOP Dario Germani con Quel venerdì 30 dicembre (2016); grovigli famigliari e imprevisti di fine anno in una commedia agrodolce targata “Sedicinoni Film”.

 

di Francesco Milo Cordeschi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.