CILIEGINE di Laura Morante (2012)

, Opere Prime

Si è soliti cercare di allontanare gli equivoci, di portare a galla le verità, o di evitare tutti i possibili malintesi, perché li si ritiene dannosi per la nostra vita. Tuttavia, non è detto che l’errore abbia sempre effetti negativi. Qualche volta, infatti, può mutare le nostre esperienze in meglio. In Ciliegine, Amanda è la vittima di un grande equivoco. Interpretando il ruolo dell’attrice protagonista, Laura Morante si incarna in una donna dai molti problemi con gli uomini e con i quali ha sempre avuto rapporti complicati. Ella, poi, è sempre pronta a giudicarli, li guarda con sospetto, li ritiene inaffidabili, arroganti e naturalmente inclini all’arroganza e al tradimento. Secondo l’opinione del marito psicanalista di Florence, migliore amica della protagonista, Amanda sarebbe affetta da androfobia, avversione morbosa da parte della donna per il sesso maschile. Questo significa che qualsiasi relazione Amanda cerchi di stringere con un uomo, questa è sempre indirizzata al fallimento. Ella è inesorabilmente destinata alla solitudine. Tuttavia, qualcosa di insolito accade il 31 dicembre: la notte della veglia, Amanda conosce Antonie (Pascal Elbe), un collega di Florence. Con lui, la protagonista si comporta in maniera amorevole, è persino tenera e sorridente: una persona completamente diversa. Il mutato comportamento di Amanda nei confronti di Antonie, nonostante questi sia un uomo, deriva dalla sua convinzione dell’omosessualità di lui. ciliegine_2_opereprimeLo ritiene, quindi, “innocuo”. Presto Florence si rene conto del grande malinteso, ma il marito la convince a non rivelare la verità all’amica: perché Amanda possa “guarire” dalla sua fobia, è necessario che conviva con questo equivoco e, addirittura, che Antoine si finga realmente gay. La commedia si sviluppa in maniera umoristica fino a che Amanda inizia ad innamorarsi del suo “amico omosessuale”. Quando il nodo della vicenda viene sciolto, il rapporto di Amanda con gli uomini pare finalmente cambiato, può quindi iniziare una serena relazione amorosa tra Antonie e la protagonista. Uscito nelle sale cinematografiche il 13 aprile del 2012, Ciliegine determina l’esordio alla regia di Laura Morante. La colonna sonora di Nicola Piovani accompagna le divertenti scene del lungometraggio, che termina con il lieto fine tipico della commedia italiana. Con una straordinaria regia, Laura Morante spiega come anche l’errore possa essere un fattore positivo e portatore di cambiamenti nella vita.

di: Elisabetta Moiraghi

Lascia un commento