Matteo Garrone – Biografia

, Biografie

Figlio del critico teatrale Nico Garrone, Matteo è nato a Roma il 15 ottobre 1968. Nella capitale ha frequentato il liceo artistico e durante gli anni della scuola si è impegnato con successo nello sport, soprattutto nel tennis. Dopo il diploma ha lavorato per qualche anno come aiuto operatore, poi si è dedicato per un pò alla pittura e infine ha iniziato a girare cortometraggi, vincendo nel 1996 il Sacher Festival con il corto Silhouette. L’anno seguente ha diretto il suo primo lungometraggio, Terra di mezzo, la storia a episodi di alcuni immigrati che lottano per sopravvivere, che gli ha fatto conquistare il premio speciale della giuria al festival Cinemagiovani di Torino. Dopo aver realizzato il documentario newyorkese Bienvenido Espirito Santo (1997), Garrone ha diretto nel 1998 il suo secondo lungometraggio, Ospiti, e nel 2000 ha presentato alla Mostra del Cinema di Venezia nella sezione “Cinema del presente” il suo terzo film, Estate romana, un malinconico vagabondaggio per le strade della città deserta. Con L’imbalsamatore (2002), presentato alla “Quinzaine des realisateurs” a Cannes Matteo Garrone ha ottenuto un grande successo di pubblico e critica e ha conquistato il Premio Aiace. Nel 2008 torna a Cannes, questa volta nella selezio ufficiale in concorso per la Palma d’oro, con il film Gomorra, tratto dal bestseller di Saviano sulla camorra napoletana. Il film conquista la giuria del festival che assegna a Garrone il “Gran Prix” secondo premio più importante dopo la Palma d’oro. La vetrina di Cannes proietta Gomorra fino alle porte dell’Oscar. Il film viene scelto come opera che rappresenta l’Italia nella corsa alle nomination agli Oscar, ma poi non arriva alle nomination. A quattro anni dal successo di ‘Gomorra’, il romano Garrone sceglie di tornare a girare a Napoli, ma una storia di tutt’altro taglio rispetto a quella violenta del romanzo di Saviano. Con Reality, nuovamente in concorso a Cannes dove ottiene ancora una volta il “Gran Prix”, racconta la storia di un pescivendolo che s’illude di essere stato preso nel cast del Grande fratello e vive in questa illusione che lo conduce fino alla follia.  Nel 2013 gira uno spot pubblicitario per Bulgari interpretato da Eric Bana. Nel 2015 dirige Salma Hayek e Vincent Cassel nel fantasy Il racconto dei racconti – Tale of Tales, in concorso al Festival di Cannes 2015. La pellicola è l’adattamento di tre racconti della raccolta di fiabe Lo cunto de li cunti di Giambattista Basile, pubblicata postuma tra il 1634 ed il 1636. Nel 2016 viene proiettato il suo cortometraggio Before Design:Classic al Salone del mobile di Milano.

Lascia un commento