Alessandro Gassman – Biografia

, Biografie

Alessandro Gassman nasce a Roma il 24 Febbraio 1965, figlio del’attore germano-italiano Vittorio Gassman e dell’attrice francese Juliette Mayniel che divorziarono quando aveva tre anni. Il suo debutto risale al 1982, nel film autobiografico Di padre in figlio, scritto, diretto e interpretato con il padre Vittorio, con il quale poi studierà recitazione presso la “Bottega teatrale” di Firenze. Nel 1984 interpreta a teatro Affabulazione di Pier Paolo Pasolini. Dopo anni di amici con Gianmarco Tognazzi, nel 1996, Alessandro Gassmann inizia con lui un sodalizio artistico che li porta a recitare insieme nei film Uomini senza donne (1996), Facciamo fiesta (1997), Lovest (1997), I miei più cari amici (1998), Teste di cocco (2000), Ex (2009) e Natale a Beverly Hills (2009), nella versione teatrale di A qualcuno piace caldo e nel doppiaggio del cartoon La strada per El Dorado. Nel 1997 recita nell’Opera prima di Ferzan Özpetek, Il bagno turco,  che gli vale molti riconoscimenti. Partecipa a molte fiction televisive come Le stagioni del cuore (2004), La guerra è finita (2002), La Sacra Famiglia (2006) e partecipa al film d’azione negli USA Transporter: Extreme (2005) e in Italia nella commedia Non prendere impegni stasera (2006). Nel 2008 partecipa a Caos calmo dove la sua interpretazione come fratello del protagonista (interpretato da Nanni Moretti) gli vale il David di Donatello per il miglior attore non protagonista, il Ciak d’Oro, il Nastro d’Argento e il Globo d’oro della stampa estera. Nello stesso anno adatta per il teatro il dramma La parola ai giurati, spettacolo che viene riproposto nel 2009, anno dove è nuovamente protagonista sul grande schermo con 4 padri single, Ex e Il compleanno, mentre sul piccolo schermo torna con Pinocchio. Dal 2010 dirige il Teatro stabile del Veneto “Carlo Goldoni” e, nello stesso anno, realizza assieme a Giancarlo Scarchilli un documentario sul padre Vittorio, a dieci anni dalla sua scomparsa, dal titolo Vittorio racconta Gassmann, presentato in apertura alla Mostra del Cinema di Venezia. Nel 2013 esordisce come regista con Razzabastarda che vince numerosi premi, nel 2015 dirige Torn – strappati. Dal 1998 è sposato con Sabrina Knaflitz da cui ha avuto un figlio nello stesso anno. Da molti anni Alessandro Gassmann è testimonial di Amnesty International e si reca tra i profughi siriani ospiti nei campi di accoglienza libanesi in qualità di ambasciatore dell’Alto Commissariato dell’Onu per i Rifugiati.

Lascia un commento