LE IENE di Quentin Tarantino (1992)

Le iene_opereprime.org1Los Angeles. Il delinquente Joe Cabot, insieme al figlio Eddie “il bello”, organizza un colpo ai danni di un grossista di diamanti e, a tale scopo, raduna sei rapinatori professionisti. Prima regola del gruppo è non parlare mai di se stessi e mantenere il reciproco anonimato, usando come nome quello di un colore: Lawrence Dimmick è ‘Mr. White’; Victor Vega viene nominato ‘Mr. Blonde’; Mark Nussy ‘Mr. Pink’; Dennis Koonstock verrà chiamato ‘Mr. Brown’; Roy Spafucci sarà ‘Mr. Blue’ e infine Freddy Newandyke ‘Mr. Orange’. La rapina si rivela un fallimento: la polizia irrompe all’improvviso e in modo inaspettato, così Mr. Blonde dà il via a una sparatoria che costringe i malviventi a una fuga disordinata. Mr. Blue rimane ucciso nello scontro a fuoco, così come Mr. Brown (Quentin Tarantino), che viene colpito a morte dalla polizia. Sono quattro i sopravvissuti dopo l’imboscata della polizia: Mr. Pink, riuscito a scappare con difficoltà portando con sé al sicuro i diamanti, Mr. White con Mr. Orange, quest’ultimo gravemente ferito e Mr. Blonde, fuggito prendendo in ostaggio l’agente di polizia Marvin Nash. I quattro raggiungono il punto di ritrovo stabilito da Joe e riflettono sull’accaduto: cosa non ha funzionato? Sono forse stati traditi? Il dubbio che al loro interno si nasconda un infiltrato della polizia comincia a tormentarli, ed è su questo dilemma che verte gran parte del film. Un complicato intreccio di eventi porta alla morte di quasi tutti i malviventi. L’unico sopravvissuto è Mr. Pink, presto fermato dalla polizia durante il disperato tentativo di scappare con la refurtiva. Non si vuole svelare in questa sede il colpevole, sarà lo spettatore curioso a scoprire il finale della vicenda caratterizzata da una forte carica di ‘black-humor’. L’adozione dell’intreccio e dei flashback, la sceneggiatura politically “uncorrect” e Le iene_opereprime.org2il gusto della violenza sublimata in spettacolo, tutti elementi tipici di Tarantino, si mischiano nella costruzione della storia, accompagnata da una colonna sonora divertente, composta da hit pop di successo. Al suo esordio, uscito nel 1992, Tarantino si rivela già un  maestro. Ne Le iene, inizialmente distribuito in Italia con il titolo “Cani da rapina” (Reservoir Dogs), sono già presenti i fattori che determineranno la brillante e fortunata carriera del regista. Coinvolgente, ironico e “pulp”: un film che meritatamente ha fatto spiccare il volo al giovane Tarantino.

 

di Elisabetta Moiraghi

Lascia un commento