IL PRINCIPE ABUSIVO di Alessandro Siani (2013)

, Grandi Esordi

Il Principe Abusivo_opereprime.org1Nella divertente opera prima di Alessandro Siani, si intrecciano le vite di due personaggi molto diversi fra loro: Letizia (Sarah Felberbaum) e Antonio De Biase, interpretato del regista stesso. Lei è la principessa di un piccolo regno, vive in un fiabesco castello insieme al padre Re (Marco Messeri) e il ciambellano Anastasio (Christian De Sica), mentre lui è un giovane napoletano, senza lavoro, specializzato nell’arte dello scrocco. Con l’intenzione di far parlare di sé sui rotocalchi e di stupire i propri sudditi, la principessa fingerà di innamorarsi di un povero sempliciotto, creando scandalo e alimentando lo stupore del popolo. Il piano viene presto messo in atto: Letizia e Antonio si incontrano “casualmente” per le vie del regno e lo squattrinato viene ammesso a corte. Grazie agli insegnamenti del galateo e alle buone maniere imposte dal rigido Anastasio, ecco che Antonio si trasforma in un perfetto galantuomo: rispetto, educazione e romanticismo sono gli ingredienti che portano Letizia a innamorarsi realmente del “principe abusivo”. L’inaspettato arrivo di due amici di Antonio, Pino e Ivan, e della cugina Jessica (Serena Autieri), sconvolgerà ulteriormente la vita di corte. Anastasio, infatti, si innamora della bella fruttivendola Jessica e tenterà di calarsi nei panni del “plebeo” per conquistarla. La trasformazione del ciambellano, attuata grazie all’aiuto di Antonio, determinerà la nascita di una solida e profonda amicizia tra i due, un rapporto che non si cura delle differenze tra ricco e povero. Il Principe Abusivo_opereprime.org2Antonio ben presto si accorge dell’inganno di cui è vittima e abbandonerà il principato per tornare alla sua semplice vita in quel di Napoli. Letizia, ora davvero innamorata di Antonio e scossa da questo fatto, comprende il paradosso dell’essere Reali: “reali” sì, ma troppo distanti dalla realtà. Ella quindi si reca a Napoli con l’intenzione di trascorrere il resto della propria vita con il suo amato Antonio e, proprio come nelle fiabe, i due finiscono per “vivere felici e contenti”. Commedia romantica e divertente che, pur nella sua trama semplice, mette in luce valori fondamentali della vita quali l’amore, l’amicizia e la stima dell’altro nonostante la diversa classe sociale. Un mix potente al punto da affabulare il grande pubblico e decretare Il Principe Abusivo opera prima di maggior incasso negli ultimi dieci anni.

 

di Elisabetta Moiraghi

Lascia un commento