L’AMORE NON PERDONA di Stefano Consiglio (2015)

, Opere Prime

L'amore non perdona_opereprime.org1Delicato. È la parola che viene in mente dopo la visione di questo film. Una storia d’amore essenziale e delicata di una coppia poco usuale. Lei, Adrienne, una signora originaria della Francia, sull’orlo dei sessantanni con una vita già vissuta. Una figlia, un nipote, un matrimonio alle spalle, la pensione vicina e una vita solitaria ma tranquilla. Non si aspetta niente di più di quello che ha già visto. Lui, Mohamed, più giovane di lei di almeno 30 anni, straniero, ‘diverso’ per le sue origini arabe. Si incontrano per caso mentre lei lo cura nell’ospedale dove lavora. Casualmente, entrambi parlano perfettamente francese. Si capiscono subito e nasce una storia spontanea. Ciò che per loro è la cosa più naturale del mondo diviene motivo di imbarazzo e disprezzo per gli altri. Sua figlia e i colleghi mostrano pesanti riserve su di lui, pensando che in realtà si stia approfittando di Adrienne. Entrambi resistono nonostante i pregiudizi e le maldicenze, ritagliandosi la loro oasi di felicità, fino a scoprire un fatto scomodo che costringe Adrienne a separarsi da Mohamed. Ma finirà veramente così? La sensazione si percepisce guardando il film è che non ci sia altro da conoscere di questa storia al di fuori dei due protagonisti. Il loro background, le loro vite, sono elementi appena accennati e mai approfonditi. Tutto scompare alla luce dei fatti presenti, come a simboleggiare che quel rapporto è qualcosa che dà sapore alle loro vite. L'amore non perdona_opereprime.org2La storia raccontata dalla cinepresa di Stefano Consiglio sembra racchiudere i protagonisti all’interno di una cornice rispetto al resto del mondo. Tale cornice è composta da un regia sempre stretta su di loro ma mai invadente, un fotografia che sottolinea, con luci morbide, i corpi di due attori che comunicano tantissimo con gli occhi. Sebbene inizialmente si rischi di non apprezzare la poca definizione dei personaggi e della vita dei singoli individui, scaturisce il desiderio di sapere di più su loro due. Il sentimento di Adrienne e Mohamed è così forte da porre in secondo piano tutto il resto. Il resto del mondo, delle persone e delle parole, tutto ciò ha un peso che svanisce in rapporto alla storia dei due protagonisti. Si può dire esattamente che il film riesce a raccontare visivamente l’atmosfera interiore che si vive quando un individuo è innamorato. Nella loro essenzialità, le immagini del film riescono a raccontare visivamente l’atmosfera interiore di un sincero innamoramento. La vita si modella in funzione dell’altro. Il resto del mondo si dissolve di fronte dell’altro. Quale persona innamoratasi almeno una volta nella vita, non si è mai sentita così?

 

di Laura Santelli

Lascia un commento