Kim Rossi Stuart – Biografia

, Biografie

Esordisce sul grande schermo a soli cinque anni in Fatti di gente perbene, per la regia di Mauro Bolognini. A soli 14 anni gli viene affidato dal regista Marcello Aliprandi il suo primo ruolo da protagonista nella mini-serie tv I ragazzi della valle misteriosa (1984). Nel 1987 viene scelto per interpretare Anthony Scott ne Il ragazzo dal kimono d’oro, che avrà un sequel l’anno dopo. Kim raggiunge però il grande successo popolare nella serie tv Fantaghirò di Lamberto Bava, con Alessandra Martines. Nel frattempo Kim studia recitazione alla scuola di Beatrice Bracco e poi con Francesca De Sapio insieme a molti altri attori, oggi illustri.

Nel 1994 riscuote apprezzamenti con Senza pelle di Alessandro D’Alatri e Cuore cattivo di Umberto Marino, mentre nel 1995 è la volta di Al di là delle nuvole, diretto da Michelangelo Antonioni e Wim Wenders. Lo si vede in seguito di nuovo protagonista di una serie TV in due parti Il Rosso e il Nero, tratto dall’omonimo romanzo diStendhal. Dopo aver girato Poliziotti (1994) di Giulio Base e I giardini dell’Eden (1998) di Alessandro D’Alatri, la Ballata dei Lavavetri, viene scelto da Roberto Benigniper la parte di Lucignolo in Pinocchio. La consacrazione arriva però con Le chiavi di casa di Gianni Amelio, che vince un Nastro d’Argento e con Romanzo Criminale(2005), film di Michele Placido, che prende spunto dalla storia della Banda della Magliana. Romanzo criminale è presentato al Festival di Berlino, dove ottiene ampi consensi. Nel film è il Freddo, uno dei capi della banda che si innamora di una ragazza perbene, interpretata da Jasmine Trinca.

In seguito, alla fine del 2006 gira il film Piano, solo, regia di Riccardo Milani, tratto dal libro di Walter Veltroni, Il disco del mondo – Vita breve di Luca Flores, dedicato al musicista Luca Flores. Nel 2009 interpreta Questione di Cuore di Francesca Archibugi, accanto ad Antonio Albanese, formando una coppia irresistibile di due persone completamente diverse che si conoscono in un reparto di rianimazione a seguito di un infarto. Passa con incredibile verità dal tono drammatico alla commedia, rivelandosi come uno degli attori più eclettici del cinema italiano. Riceve nomination ai David di Donatello e ai Nastri d’Argento. Nel 2010 interpreta il ruolo di Renato Vallanzasca nel film Vallanzasca – Gli angeli del male, diretto da Michele Placido, uscito il 21 gennaio 2011, per il quale vince il nastro come miglior attore.

Esordisce alla regia nel 2006 con il film Anche libero va bene, presentato al Festival di Cannes.

Lascia un commento